Angelo BerettaSax

    Si è diplomato in Flauto Traverso e Pianoforte Complementare presso il Conservatorio G. Verdi di Milano.

    Ha seguito corsi di perfezionamento tenuti da S. Gazzelloni, (Siena) G. Gatti, (Roma) A. Marion, (Saluzzo) G. Tassinari, (Milano) G. Cambursano, (Milano) P. Varetti (Sesto S. Giovanni) e B. Montrucchio (Milano).

    Stage Internazionale per Flauto tenuto da Pierre Yves Artaud.

    Diploma di Fisarmonica conseguito nel 1961 presso la Scuola Privata di Milano del Maestro Luigi Oreste Anzaghi, che, grazie al Maestro E. Lanzani, gli ha dato una solida e granitica preparazione.  

    Aderente alla CONFEDERATION INTERNATIONALE ACCORDEONISTES.

     

    Ha studiato privatamente (anni 60) con G. Masetti Sassofono e Clarinetto.

    Perfezionamento (1971) moderno e jazz per Sax e Clarinetto tenuto da Tony Scott.

    Stage Internazionale per Sassofono Classico tenuto da Daniel Kientzy e Jean-Marie Londeix. 

    Ha studiato privatamente Composizione, Tecnica di Arrangiamento Classico, Jazz e Strumentazione per banda.

    1980 – 1983 Corso di formazione CEMB di Milano: Metodologia ludico-interdisciplinare mirata e creativa della musica.

     Biografia

    1962 – 1975 Collaborazioni Pop – Rock Progressive  con – THE CONTINENTAL –    THE ROCK BOYS – CERBERI – AQUARIUM – MUSIKA – ASPIDI – RICORDI D’ INFANZIA – ROLLER –  ATTA CLAUSUS – COLLECTIVE ORCHESTRA.

    Dal 1965 ha al suo attivo una attività concertistica in formazioni da camera (dal duo al quintetto). In duo (Flauto / Chitarra, Flauto / Pianoforte, Fisarmonica / Clarinetto, Fisarmonica / Violino, Fisarmonica / Flauto), quartetto di Sassofoni, in quintetto e ottetto (il tango di Piazzolla).

    1968 – 1969 Servizio Militare assolto a Roma – Cecchignola nella BANDA DELL’ESERCITO  diretta da AMLETO LACERENZA (GRUPYN).

    Dal 1975 in qualità di collaboratore di Big-Band swing e componente di orchestre televisive (G.D. Big-Band, Roller Band, N. F. Big-band, Tropicana Band, Cafè Chantant, New Age Band, C. Blues Orchestra, Orchestra Profumo d’Operetta, Les jeux sont faits, Sentieri Selvaggi, Brigg-Aan Brianza Big-Band del Jazz Club di Arcore).

    3 Novembre 1977 – 1981 Pioniere della TV Privata nelle Orchestre di TELEALTOMILANESE e ANTENNA 3 LOMBARDIA.

    1983 – 1993 Esperienza  di Direzione di Banda (Opera, Classica e Pop).

    1982 – 2000 Leader e Arrangiatore dell’Orchestra SWING ENSEMBLE (Pianoforte – Chitarra – Basso – Batteria – 3 Saxofoni – 2 Trombe – 1 Trombone).

    Hanno scritto di lui (Strumenti e Musica 1973)……………Conosce ogni segreto del flauto, ne sa sfruttare a fondo le potenzialità, mostrandone i lati più oscuri………..Una straordinaria musicalità gli consente di affrontare qualsiasi materiale tematico, ponendo l’accento su una versatilità interpretativa davvero rara………….Come pure è la sua voce strumentale, limpida, pura, dalla quale sgorga autentica poesia…………

     

    (Muzak 1973)………….Al Sax Soprano, dopo una passione iniziale per il Clarinetto, influenzato dal pop e dal jazz, rappresenta una prosecuzione dello stile di Sidney Bechet, assolutamente delicata, quasi trasparente in certi attimi, ma, allo stesso tempo, capace qua e là di gettare fiammate dal sapore rock, verso confini indefinibili e per la sua abilità nel creare l’atmosfera giusta nelle situazioni rilassate e discorsive dei suoi brani………………………….Il suo Sax Alto, controllato e sensuale, ha una voce inconfondibile, lirica e sinuosa e sa sfruttare bene le proprie risorse, riuscendo a costruirsi un sound personale………..

     

    Da una sua intervista (Strumenti e Musica 1975)…………Non ci sono strumenti musicali che passano di moda. Ci sono soltanto scelte di comodo che possono far pensare a nuove mode. Con la fisarmonica non si può barare: è uno strumento che va suonato da un musicista dopo studi a livello di Conservatorio. E’ chiaro che se si pensa alla polchetta da osteria, alla mazurca di Migliavacca si può pensare che la “fisa” sia passata di moda. Ma è un ragionamento insensato. Io non ho mai considerato  la fisarmonica come strumento folcloristico e ho cercato di suonarla come uno strumento “nobile” qual è. Jazz, Musica Classica, la mia fisarmonica ha suonato di tutto e, mi sembra, egregiamente…………

    (Fare Musica 1981)………Compositore e band leader di talento, attivo sulle scene musicali dagli anni settanta, Flauto, Sax Soprano, Contralto e Tenore sono i suoi ferri del mestiere, un ampio strumentario che gli permette una versatilità timbrico-espressiva non indifferente, riflettendosi nelle sue frequentazioni musicali, che spaziano dall’ambito classico al rock……………

     

    (Fare musica 1985)……..Distintosi negli anni settanta come Sax tenore di spiccata personalità, ha conosciuto in seguito momenti alterni e oscuri, sia artisticamente che in termini di popolarità………….

    Strumentista dal sound intenso, corposo, ma anche fortemente lirico, è attento alle minime sfumature, capace di esplorare tutte le potenzialità tecnico-espressive dello strumento…………

     

    Compone, Arrangia e scrive Musica per Case Editrici Musicali Nazionali ed Internazionali con il programma per Computer FINALE.

     

    Ha pubblicato brani per le Edizioni Musicali Scomegna di Torino, di cui il brano Primina inciso nel CD Italian Defilè, Wicky di Milano, di cui il brano Romantica inciso sul CD Catalogo Wicky 2002 – 2003. Eridania di Savignano sul Rubicone e Rimini, Daniele gruppo Sugar di Milano, Novalis di Rimini, Boario di Torino, di cui il brano Night Song, inciso nel CD I Cavalieri del Graal, ed Eurarte di Varenna.